5.3.17

Echi #30 | Kenneth Anger su Lucifer Rising

Lucifer Rising (visionabile qui)
Kenneth Anger (USA, 1972 / 1981 - 28 minuti)

«Il progetto originale di Lucifer Rising è costituito da due parti, quella distribuita è solo la prima. Ho filmato un’altra parte (insieme, la durata complessiva è di un'ora). Ma al momento possiedo solo la parte prodotta ed ho bisogno di una quantità addizionale di denaro per gli effetti speciali dopo la stampa. La farò uscire su un laser-disc che raccoglie i miei film.
Per le riprese, tra i vari luoghi, andai anche in Germania, nella foresta di Teutoburgo. Dissi alle autorità che avevo intenzione di girare un film sulla mitologia. Furono molto cooperativi ed ebbi il permesso di filmare nella città di Horn-Bad Meinberg, vicino a un luogo chiamato Externsteine, che ha delle colonne naturali di arenaria alte circa un centinaio di piedi. Furono convertite in un tempio solare dai primi Celti e il luogo è considerato antico come lo è Stonehenge in Inghilterrra, uniti dalla stessa tradizione per il culto solare. Durante il solstizio estivo, il 21 giugno, il sole passa esattamente al centro di un foro nella roccia e risplende in un luogo che doveva essere usato come un altare. Questo posto meraviglioso fu cristianizzato durante il Medioevo e vi sono incisioni Cristiane. Ciò accadde per molti luoghi pagani: molte chiese infatti sono costruite sulle rovine di templi antecedenti. Inoltre questo luogo fu riscoperto dai Nazi. Il loro piano segreto era di distruggere il Cristianesimo e ristabilire la loro propria versione di paganesimo che, grazie a Dio, non accadde. Essi convertirono il complesso, facendo delle scalinate che portano al Santuario un punto iniziatico per la Hitler Jugend (Gioventù hitleriana). Era presente anche Baldur Shirach. Qui, ai ragazzi della HJ veniva consegnato il primo pugnale, e tutto il rito veniva compiuto molto drammaticamente. Esistono bobine di giornali cinematografici su queste processioni con i bambini che alla luce delle torce salgono gli scalini. Nella foresta intorno a Externsteine uno può ancora vedere le iniziali sulle betulle che furono incise dai bambini con i loro coltelli (le loro iniziali e le lettere HJ). A quel tempo le incisioni erano all’altezza di un bambino di dodici anni. Ora le betulle sono più alte, così che le incisioni sono alte più di venti piedi. E sono ancora lì, l’intera foresta è coperta da queste iniziali...»

«Poi andai in Egitto, e lì avevo naturalmente bisogno dei permessi. C'è un particolare annedoto a riguardo. Quando girai a Luxor avevo una lettera che diceva che mi si permetteva di girare in quel luogo, ma le guardie lì non sapevano leggere l’arabo (erano illetterati come molti contadini egiziani). Così dissero: “Noi non ti crediamo. Voi siete ovviamente un gruppo di spie”. Ci trattennero un’intera giornata presso la polizia. Cercai di rimanere calmo e dissi: “Guardate. Qui c’è il mio passaporto americano”. Mi risposero: “Oh questo ovviamente è un falso, noi sappiamo dove puoi comprare un passaporto del genere”. Ci potevano trattenere lì o cacciare dal paese. Era  pericoloso, perché se avessero guardato nella borsa del trucco di Marianne Faithfull avrebbero trovato l’eroina che stava portando, senza che lo sapessi. Se l’avessero trovata ci avrebbero uccisi tutti.
Nel finale del film mostro l'effetto speciale di un UFO, tracce di UFO risalgono fin da tempi antichi. Il fatto è che in Egitto vidi veramente un oggetto simile, di color arancione splendente, quando mi trovavo nel tempio di Luxor. Un vero UFO! Avevo con me la fotocamera ma non ci fu abbastanza tempo per tirarla fuori ed usarla prima che l'oggetto sparisse. Così immediatamente pensai: Devo cercare di catturare una specie di istantanea annebbiata o è meglio avere una visione magnifica? Alla fine decisi di non fare la foto. In realtà in passato ho avuto tre o quattro eccellenti incontri con gli UFO. Ll ho visti volare nel cielo, ma non ho mai stretto la mano al pilota... Nella seconda parte di Lucifer Rising, farò ritornare gli UFO.»

- Kenneth Anger (dichiarazioni sulla realizzazione del film, estratti da un'intervista avvenuta presso l’Orient Hotel di Vienna nel 1995)

Nessun commento:

Posta un commento