25/02/15

Riflessi della follia #1 | Ames Perdues

Un magistrale Vittorio Gassman parla dell'immaginario fratello schizoide (praticamente, di lui stesso, in quanto sdoppiamento della propria personalità) al nipote, in Anima Persa (Italia/Francia, 1977). Un'opera dai risvolti torbidi, spiazzante, e che con molta probabilità, verrà ricordata negli anni come la più cupa dell'intera filmografia di Dino Risi.

21/02/15

The Poacher Woman of the Montafon (Die Wilderin von Montafon)

Evamaria Schaller
Germania, Austria, 2011
21 minuti

Non è una casualità, che The Poacher Woman of the Montafon, presentato all'ultimo IFFR all'interno del programma Follie surrealiste, trovi adeguata collocazione dopo la segnalazione di Oilfields Mines Hurricanes. Con l'opera di Altenried, infatti, è possibile riscontrare analogie, soprattutto per quanto riguarda la simbiosi naturalistica e la riacquisizione di uno spazio intimo, connaturale alla propria individualità, o che possa ricomporne i frammenti. Nell'operato performativo di Evamaria Schaller, i tagli sono evidenti (Handarbeiterin, verschwestern), e nel caso dell'inscrutabile docu-film/performance preso in osservazione,

16/02/15

Oilfields Mines Hurricanes

Fabian Altenried
Germania, 2014
122 minuti

Salpa viaggia a bordo di una vecchia Golf II verso una destinazione ignota, alla ricerca di qualcosa che non troverà mai. Egli percorre un mondo nel quale ogni altra presenza umana sembra essersi estinta, o meglio, esiste, ma totalmente estranea alla dimensione embrionale che ingloba quest'uomo dalla personalità frammentata. L'unico corpo/organismo che lo accompagna, è un pesce primitivo (una Salpida Maxima - qui) che costui porta come una protesi sul mento e con il quale può interagire, nel corso del suo viaggio involutivo...

11/02/15

Silent Ones (A Csendesek)

Ricky Rijneke
Olanda, Ungheria, 2013
97 minuti

Csilla, una giovane donna ungherese, si sveglia all'interno di un'auto capovolta nelle campagne di un luogo imprecisato. Il suo primo pensiero è rivolto al fratello minore, Isti, che viaggiava con lei e che ora, sembra scomparso senza lasciare traccia. Sconvolta dall'accaduto, la donna incontra Gabor, un'imprenditore poco affiidabile che la convince a lavorare per lui a bordo di una nave mercantile diretta verso l'Europa Occidentale.