27/07/14

Ösga Vaxt (Strange Time)

Huseyn Mehdiyev
Azerbaigian, 1996
83 minuti

Film avvolto da un'oscurità quasi unica questo Ösga Vaxt, talmente recondito da non trovarne informazioni dettagliate nemmeno nei siti esteri più specializzati. Il solo dato di una certa garanzia, per far fronte all'unica visione extra-festivaliera al momento esperibile (qui, in lingua originale e senza sottotitoli, ovviamente), risiede nel catalogo del 66° Festival di Locarno (o nelle pagine del sito ufficiale), dove il film è stato proiettato nella sezione Open Doors.

22/07/14

Over Your Cities Grass Will Grow

Sophie Fiennes
Francia, Olanda, Uk, 2010
101 minuti

"Il mondo che vedo non è reale. È solo un’illusione. Non mi ci posso adattare. Reali sono solo quadri, poemi, brani musicali. Le opere d’arte, per me, sono come boe in un mare infinitamente privo di senso, alle quali mi aggrappo passando dall’una all’altra" - Anselm Kiefer

05/07/14

Exhibition

Joanna Hogg
Uk, 2013
104 minuti

Da qualunque prospettiva la si veda o qualunque sia l'opinione che  vada a cadere, alla fine, sul terzo e ultimo lungometraggio dell'ex fotografa inglese Joanna Hogg (in concorso a Locarno 66), una cosa è appurata: Exhibition, pone le sue fondamenta nel nome di James Melvin, architetto recentemente scomparso, e al quale il film è dedicato(1). Quindi, cinema votato a "geometrie esistenziali" innanzitutto, da contemplare in tutte le sue forme e percezioni.

30/06/14

Tracce #22 | Ascesi

Francesco Cazzin
Italia, 2014
18 minuti

A un caro amico, con profonda stima.... e con la giusta discrezione, spero, nell'esporre due impressioni in merito al suo ultimo cortometraggio.

"Conosco i luoghi che attraverso. Alberi e pietre sono lì, come prima, nella loro solitudine, le foglie frusciano sotto i miei piedi. Quel monotono mormorio, e le pietre e gli alberi familiari sono troppo per me, mi sento colmare di uno strano senso di gratitudine, tutto mi è vicino, si fonde con me, io amo tutto."
(Knut Hamsun, PAN)