31.12.15

Resoconti ViS 2015: parte #3 | Le Top 10 (gli eletti)

Affezionati,
e con la fine di questo 2015 si concludono anche i resoconti che decreteranno i venti eletti di questa personale classifica (le prime due parti: qui e qui), e che come di consueto, anticipano di poche ore lo scoccare di un anno nuovo.
Non mi dilungherò oltre, poichè il tempo per il sottoscritto, oggi, si può dire sia stato veramente tiranno. Infatti, nonostante l'intenzione per questa ultima parte dell'inventario (considerata l'importanza) fosse di stendere anche un breve scritto per ogni film elencato, non ce l'ho fatta, vogliate scusarmi. A ogni modo, a contrappeso di ciò, per quindici film su venti ci sono già le recensioni (o appunti locarnesi) mentre, per altri tre, sono in programma. Come per la prima parte sui cortometraggi, alcuni possono disporre di una visione immediata grazie ai link dei soliti canali. 

Per il momento, un grazie a tutti è doveroso. Non posso che lasciarvi ad un fine serata con i botti. Auguri per l'anno nuovo invece, si fanno e si ricevono tassativamente solo dopo la mezzanotte. Buon fine!

TOP 10 Cortometraggi

10 - Apariciones (Aparitions)
Maria Luz Olivares Capelle (Austria, 2014) - recensione
 
9 - Possessed
Shirin Neshat (USA, 2002)
 
8 - Segnali da un pianeta in via di estinzione
Franco Brocani (Italia, 1972) - recensione
 
7 - Slow Action
Ben Rivers (Uk, 2010) - video
 
6 - Black Rain White Scars
Lukas Marxt (Austria, 2014) - recensione
 
5 - Ille Lacrimas
Scott Barley, Matthew Allen, Harry Johnson, Alberto Mangiapane, Eurion Smith, Amica Schiller (Uk, 2014) - video
 
4 - The Capsule
Athina Rachel Tsangari (Grecia, 2012) - recensione
 
3 - The Visitor
Rachel Monosov (Belgio, 2015) - recensione
 
2 - The Poacher Woman of the Montafon (Die Wilderin vom Montafon)
Evamaria Schaller (Austria, 2011) - recensione
 
1 - La fièvre (A Spell of Fever)
Safia Benhaim (Francia, 2015) - recensione
 

TOP 10 Lungometraggi

10 - Il Pianeta Azzurro
Franco Piavoli (Italia, 1981) - recensione - video
 
9 - Leave It for Tomorrow, for Night Has Fallen (Bukas na lang, sapagkat gabi na)
Jet Leyco (Filippine, 2013)
 
8 - Devil Come to Hell and Stay Where You Belong
Nina Breeder, Massimilian Breeder (USA, 2008)
 
7 - Butter on the Latch
Josephine Decker (USA, 2013) - recensione
 
6 - Symptoma
Angelos Frantzis (Grecia, 2015) - recensione
 
5 - The Sky Trembles and the Earth Is Afraid and the Two Eyes Are Not Brothers
Ben Rivers (Uk, 2015) - resoconti Locarno 68
 
4 - No Home Movie
Chantal Akerman (Belgio, 2015) - resoconti Locarno 68
 
3 - Oilfields Mines Hurricanes
Fabian Altenried (Germania, 2014) - recensione
 
2 - O quinto evanxeo de Gaspar Hauser (The Fifth Gospel of Kaspar Hauser)
Alberto Gracia (Spagna, 2013) - recensione
 
1 - Thou Wast Mild and Lovely
Josephine Decker (USA, 2014) - recensione
 

14 commenti:

  1. Ecco, qui torno in perfetta media... visti, ZERO :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbero diventare SEI con facilità, coraggio ;)
      Buon Anno!

      Elimina
  2. Vedere al primo posto Josephine Decker ( davanti a titoli ben più blasonati) mi fa salire ancora più la voglia di recuperare Thou wast mild and lovely *_* Quello di jet leyco lo tengo d'occhio da una vita ,merita eh ?? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Decker è stata indubbiamente una gran sorpresa, già Butter on the Latch è tosto, ma con Thou Wast si supera, c'è una vena di follia ancora maggiore. Anche quello di Leyco è pazzoide forte si :)

      Elimina
  3. Ed eccolo lì in quarta posizione il corto che avevo previsto avrebbe sicuramente avuto un posto nella tua lista. ;)
    Di queste top ten vien voglia di recuperare un sacco di titoli comunque, per esempio Symptoma sembra davvero interessante a giudicare da come ne scrivi.

    Credo che gli altri lettori del blog saranno d'accordo con me se scrivo che è stato davvero un anno di ottime visioni qui su VisioneSospesa.

    Buon anno, Frank. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in effetti, poi ho intuito ti riferissi a quello, come avevo fatto a non pensarci prima ;)
      Symptoma la posso considerare l'ultima grande visione di quest'anno, ed è arrivato proprio giusto in tempo per l'inserimento in lista.
      I lettori concorderanno sicuramente Otis, tranquillo. E un grazie da parte mia per il tuo costante interesse, anche se il numero di articoli è diminuito dall'anno scorso, ma cercherò d'incrementare nell'imminente futuro :)
      Felice anno nuovo anche a te!

      Elimina
  4. Eccomi ;)
    Dei corti, tutti molti interessanti, ho visto solo l'8, il 6 (mi è piaciuto particolarmente), il 5 e il 4, per ora. Uno della top three lo vedrò presto ;) e spero che entro la fine dell'anno nuovo riesca a vedere anche gli altri due.
    Tra i lungometraggi invece, ho visto solo l'8 (ma come, non ti ricordavi qual'era il film dei Breeder, e ora me lo ritrovo nella top 10? ahahah) e il 3 (anche per me tra i migliori visti quest'anno, ma anche un'opera davvero complessa da decodificare completamente, per di più se visionata una sola volta).
    Tutti gli altri, a parte il filippino al nono posto, li conosco benissimo facendo parte della mia infinita lista :)
    Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal 'doppio' Decker...non vedo l'ora di recuperarli :D
    Il film di Gracia invece ce l'ho lì in cassaforte da tempo ma ancora non ho trovato il giorno giusto. I due Locarno li attendo con ansia, così come Symptoma (lo hai visto a Torino vero?). Il filippino, come già detto, l'ho scoperto con questo post (ma ho visto il trailer su Vimeo e mi è sembrato pazzesco!), mentre il film di Piavoli, dopo tanti rimandi, spero di riuscire a vederlo in questo 2016 appena cominciato.

    Ciao Frank e di nuovo auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I corti te li sei sparati quasi tutti vedo, a questo punto, data la disponibilità del tubo, ti consiglierei di vederti "Slow Action", e magari anticipare anche la visione del film di Piavoli.
      Il film dei Breeder, una mezza folgorazione in effetti, però se l'altro giorno me lo citavi direttamente per titolo, anziche per registi, eccome se mi tornava in mente, mannaggia a te... Mi sa che hai voluto fuorviarmi apposta come abbiamo fatto con Caden, riguardo a "Plemya" :D
      Scherzo ovviamente, rinnovo gli auguri anche a te, e grazie!
      Ci aggiorniamo.

      Elimina
  5. Qui siamo proprio a zero visti. In più, devo dire che non li ho nemmeno mai sentiti nominare.
    Mi fai sentire un ignorantone...

    Mi sa che è meglio se chiudo il mio blog di pseudo cinema e vado a zappare la terra ahahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, figurati, è che qui siamo effettivamente più sul ricercato, nonostante comunque qualcosa si trovi sul tubo.
      No no, se tu chiudi, la massa non si diverte più, con il rischio poi che arrivi qui Fantozzi a gridare: i film di Visione Sospesa sono delle cagate pazzesche... La terra lasciamola zappare a chi non ha passioni "pseudo-artistiche" extra lavorative ;)

      Elimina
  6. devo recuperare tutto, inizio con quelli che si possono vedere subito.

    grazie a te per essere curioso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene Isamele, approfitta della disponibilità del tubo finchè c'è ;)

      Elimina
  7. si vedono anche questi:

    http://archiv.videonale.org/en/video-library/s/schaller/

    https://www.youtube.com/watch?v=Y88Pg79zr_o


    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, avevo già inserito i link sulle relative recensioni. Ora non ricordo, ma è probabile che ne trovi anche altri, in qualche articolo.

      Elimina